Conferenza stampa annuale 2018
17 gennaio 2018
SAN VALENTINO A PALAZZO DUCALE | 14 febbraio 2018
12 febbraio 2018

LO STENDARDO PROCESSIONALE DI TIZIANO, UNICA OPERA DEL MAESTRO VENETO ANCORA PRESENTE AD URBINO, ARRIVA A ROMA PER ESSERE SOTTOPOSTA A RESTAURO

Roma, 17 gennaio 2018. Un trasferimento (temporaneo) dalla Galleria Nazionale delle Marche nei laboratori dell’Istituto Superiore per la Conservazione e il Restauro di una singolare opera, lo stendardo processionale concepito come “opistografo” (ovvero un unico oggetto con raffigurazioni su entrambe le facce) dipinto a Venezia tra il 1542 e il 1544 da Tiziano Vecellio. Commissionato dai Della Rovere, venne inviato alla confraternita del Corpus Domini di Urbino e subito nel 1545 separato nelle due tele che lo compongono, una Resurrezione e un’Ultima Cena, che vennero incorniciate e poste ai lati dell’altare maggiore della chiesa della confraternita.

L’opera entrò nella Galleria di Urbino nel 1861 a seguito delle demanializzazioni che comportarono la soppressione della Confraternita. Le altre opere di Tiziano destinate a Urbino hanno invece preso strade diverse, quali la celeberrima Venere, approdata per vicende dinastiche a Firenze e ora nella Galleria degli Uffizi.

Le due tele dello stendardo sono state accolte nel Laboratorio Dipinti su tela (uno dei quattordici laboratori di restauro dell’ISCR) per essere sottoposte a un nuovo intervento di restauro, grazie al contributo dell’Associazione “L’Italia Fenice”, con l’obiettivo, al momento, di restituire alla superficie pittorica la cromia originale, attualmente molto offuscata dall’alterazione della vernice, il tutto accompagnato, come è di prassi all’ISCR, da indagini scientifiche finalizzate allo studio delle tecniche di esecuzione e dello stato di conservazione.

L’Istituto ha già, nell’arco della sua pluridecennale attività, prestato cure a opere del maestro veneto, quali il San Domenico della Galleria Borghese (restaurata nel 1996), la Religione (restaurata nel 2002), e la Salomè (restaurata nel 2010/11) entrambe della Galleria Doria Pamphjli, e più di recente la Madonna della Misericordia, attribuita alla bottega di Tiziano, della Galleria Palatina di Palazzo Pitti, restaurata nel 2016.

Sarà possibile a breve visitare il Laboratorio di restauro tele dell’ISCR e seguire l’intervento di restauro sullo stendardo di Tiziano. Date, orari e modalità di prenotazione delle viste guidate saranno comunicate nel sito www.iscr.beniculturali.it.

 

Info stampa:

Ufficio stampa ISCR

is-cr.promozione@beniculturali   06 6723 6427

Anna Milaneschi    anna.milaneschi@beniculturali.it  339 899 7459

www.iscr.beniculturali.it

 

Ufficio stampa Galleria Nazionale delle Marche

public.gallerianazionalemarche@beniculturali.it 0722 2760

Claudia Bernardini claudia.bernardini@beniculturali.it 335 5325126

www.gallerianazionalemarche.it

Condividi