SPAZI PER EVENTI

All’interno del Palazzo Ducale di Urbino sono disponibili diversi ambienti per iniziative ed eventi quali matrimoni, cene di gala, convegni e feste di laurea.
Il canone richiesto al Concessionario per l’utilizzo dei diversi spazi sarà di volta in volta definito e concordato con il Concedente, a seconda della tipologia, delle caratteristiche, della complessità e della durata dell’evento.
Di seguito si riportano gli ambienti in concessione d’uso.

Il Salone del Trono, posto al piano Nobile del Palazzo, è l’ambiente più maestoso e misura 35 metri di lunghezza, 15 di larghezza e 17 di altezza al colmo della volta. Al tempo dei Montefeltro e dei Della Rovere, il grande locale era senza dubbio la “Sala delle Feste” e dell’ostensione del potere militare e dinastico del principe, mentre ai tempi del Legato pontificio ospitava davvero un trono, da cui il nome della sala.

La Sala degli Angeli, grande sala di ricevimento e di parata, fa parte dell’Appartamento del Duca situato al Piano Nobile del Palazzo.  Forse la più sontuosa e la più riccamente decorata, la “Sala degli Angeli”, è così soprannominata dalla presenza di un grande Camino con teoria splendida di Putti danzanti scolpiti sull’architrave.

All’interno e quasi al centro del Palazzo di Federico, si trova il Cortile d’Onore, contornato sui quattro lati da uno slanciato portico ad archi su colonne con capitelli compositi. Tale mirabile e severo cortile trova il suo fascino nell’accostamento cromatico tra il rosso del mattone e l’avorio della pietra e nell’alternarsi, al piano superiore di finestre rettangolari e lesene.

Il Giardino del Pasquino è un cortile posto al pian terreno sul lato meridionale del Palazzo, la cui antica destinazione era duplice: da un lato fungeva da collegamento con l’antica dimora dei Conti Montefeltro (Conte Antonio, Guidantonio e Oddantonio) e dall’altro avrebbe dovuto ospitare il cosiddetto “Mausoleo” del Duca Federico.

Il meraviglioso Giardino Pensile è situato a livello del pianterreno, e collega, tramite il muro occidentale, il corpo di fabbrica dei Torricini e quello dell’antico Castellare. Sopra questo muro finestrato perimetrale correva, tra due balaustre, un ballatoio che metteva in comunicazione l’appartamento del Duca (corpo dei Torricini) con quello della Duchessa (corpo del Castellare) al Piano Nobile.

Per informazioni e prenotazioni contattare:
public.gallerianazionalemarche@beniculturali.it